Antinomie – Chapter 1

[vc_row][vc_column][vc_custom_heading source=”post_title” font_container=”tag:h1|text_align:left” use_theme_fonts=”yes”][vc_column_text]

Il sogno dell’illusione genera realtà.

 

I sogni arrivano puntuali e invadono la tua mente.
Immagini forti di una vita sperata, d’incontri possibili, di momenti vissuti, di amori invincibili e, come per miracolo, dimentichi quello che eri quando credevi di vivere.

In molti autori il sogno diventa specchio del reale. Goethe, ad esempio, mise questi pensieri nella penna del giovane Werther: ”Che la vita umana sia soltanto un sogno è già sembrato a più d’uno e nemmeno io riesco a sottrarmi a questo sentimento.
E allora tutto ondeggia davanti ai miei sensi ed io sorrido continuando a sognare nell’infinito”.

Apparentemente può sembrare un’illusione, ma come definire ”illusione” ciò che ricopre gran parte del tempo della nostra esistenza?

Sognare è comunicare per immagini perché l’uomo ha bisogno di un luogo dove essere libero, lontano dalle costrizioni cui ti vuole legato la società. E quello che l’uomo sa fare meglio è sognare.
È programmato per sognare.
E quando sogno e realtà coincidono nessuna malinconia può intaccare l’animo.
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_masonry_media_grid grid_id=”vc_gid:1617958078735-7fe62a0e-7ceb-9″ include=”3103,3101,3099,3097,3095,3093,3091,3089,3087,3085,3083,3081,3079,3077,3075,3073,3071,3069,3067,3065,3063,3061,3059,3057,3055,3053,3051,3049,3047,3045″][/vc_column][/vc_row]

My Cart Close (×)

Your cart is empty
Browse Shop